il mago dei social
Cerca
Close this search box.

Come spiare Facebook: principali tecniche e tool

come spiare facebook

Come spiare Facebook? Esiste un modo per visualizzare le foto Facebook degli altri? Come capire se Facebook è hackerato? Se cerchi le risposte a queste domande continua a leggere!

Il profilo Facebook di una persona è una banca dati davvero preziosa. Infatti, tra contatti, messaggi e foto, le informazioni da recuperare sono davvero tante.

In questo articolo ti spiegherò come spiare Facebook tramite 4 tecniche pratiche ed efficaci. Inoltre, ti illustrerò come muoverti per capire se il tuo profilo è stato hackerato.

Come spiare Facebook: 4 tecniche

Facciamo partire la nostra guida presentando le 4 migliori tecniche per spiare Facebook. Per ognuna di esse ti fornirò tutti i dettagli per metterle in pratica e per scegliere quella più adatta alla tua situazione. Buona lettura!

1. App spia

Utilizzare un’app spia è una delle tecniche migliori per accedere alle informazioni presenti sul profilo Facebook di un’altra persona.

Nello specifico stiamo parlando di un tipo di software che, da remoto, permette di monitorare le azioni che si compiono su un altro telefono.

Data la sua natura, un’app spia si presta alla perfezione ai bisogni di chi deve spiare il profilo Facebook di un’altra persona. Infatti, viene utilizzata soprattutto per:

spiare facebook
  • il controllo parentale;
  • scoprire se un/una partner è infedele;
  • monitorare i propri dipendenti.

Per svolgere le tue indagini ci sono diverse funzioni che si differenziano a seconda del servizio che sceglierai.

Infatti, sul mercato ci sono diverse app spia, ma la migliore di tutte è di certo mSpy che ti permette di:

  • accedere alle chat di Messenger;
  • controllare lo scambio di contenuti multimediali;
  • visualizzare il registro delle chiamate;
  • tracciare la posizione fisica del telefono.

Quindi, se chi stai spiando ha qualcosa da nascondere all’interno del suo profilo Facebook, ci metterai davvero poco a scoprilo.

Se poi le tue indagini si allargano ed includono altri social network, ti informo che potrai controllare anche le chat di InstagramWhatsApp, Snapchat e, se installato, Tinder.

Nella seconda parte di questa guida ti spiegherò come iniziare a spiare Facebook con mSpy, una delle principali app spia disponibili sul mercato.

2. Keylogging

Se vuoi accedere all’account Facebook di un’altra persona per spiarla, allora devi tenere in considerazione la tecnica conosciuta come keylogging.

Per Keylogging si intende una tecnica che implica appunto l’utilizzo di un keylogger, un software in grado di memorizzare i caratteri digitati dalla tastiera del dispositivo dove è installato, sia esso un telefono, un laptop o un tablet.

Una volta che un carattere viene digitato, questo viene salvato e catalogato all’interno di registri ordinati. Ciò significa che, grazie al keylogging, potrai accedere a tutti i messaggi inviati.

Tuttavia, la vera utilità di questa tecnica la si ottiene se la persona spiata effettua l’accesso al suo profilo Facebook, perché ti permetterà di salvare la password per poi loggarti a tua volta ed indagare come meglio credi.

In rete ci sono diverse aziende che offrono un servizio di keylogging, ma una delle migliori è di sicuro Refog (qui trovi il sito per scaricarlo) ed è anche quella che ti consiglio di scegliere.

I punti di forza di Refog sono diversi, ma i principali sono 3:

spiare foto facebook
  • invisibilità (la persona spiata non può individuarlo all’interno del suo dispositivo);
  • poco spazio occupato nella memoria del dispositivo su cui è installato;
  • semplicità di utilizzo.

Come intuibile, se vuoi spiare il profilo Facebook di un’altra persona, un keylogger può tornarti davvero utile. Installa adesso Refog cliccando qui.

N.B. Anche se il keylogging è una tecnica da tenere in grande considerazione, non è priva di rischi. Infatti, potresti essere scoperto se chi stai spiando:

  • riceve notifiche in caso di login al profilo da un nuovo dispositivo;
  • ha l’autenticazione a due fattori attivata.

3. Ingegneria sociale

Se vuoi spiare Facebook, ma senza l’ausilio della tecnologia, allora puoi affidarti all’ingegneria sociale. Però ti avverto: è una tecnica che richiede una bella faccia tosta.

Infatti, per ingegneria sociale si intende la manipolazione psicologica di individui al fine di ottenere da loro informazioni riservate o per compiere azioni non autorizzate.

Se la cosa non ti crea problemi, il primo passo da compiere è guadagnarsi la fiducia della persona da spiare. In altre parole, dovrai ingannare la vittima, che di solito si tratta di fidanzate, amici, parenti o colleghi, e spingerla ad aprirsi con te senza alcuna remora.

Poi, una volta che la persona da spiare ti avrà dato la sua fiducia, potrai sfruttare la sua buona fede in diversi modi:

  • accedere al suo telefono e spiarlo liberamente;
  • recuperare informazioni sulla sua vita per individuare la sua password di Fb;
  • farsi prestare il telefono per poi installare mSpy.

Come vedi, i risultati ottenibili sono da tenere in grande considerazione.

4. Phishing

La quarta tecnica per spiare Facebook che ti presentiamo è quella del phishing. Al contrario di quella precedente, si tratta di una strada da seguire solo se si possiede una buona conoscenza informatica. Difatti è spesso adottare da hacker ma non solo.

Di base, la tecnica è abbastanza semplice: inviare una email alla tua vittima dove richiedi le credenziali di accesso al suo account Facebook.

Ovviamente, l’email deve essere creata in modo tale da non destare sospetti. Quindi, dovrai:

  • utilizzare un lessico appropriato;
  • creare un indirizzo email che confonda la vittima;
  • assicurarti che chi legge non riesca a risalire a te (almeno non all’istante).

Di conseguenza, se sei privo delle conoscenze tecniche ed informatiche necessarie per ottenere un risultato soddisfacente, ti consiglio di scegliere un’altra via.

Come spiare Facebook con mSpy

Come anticipato sopra, dedicheremo ora uno spazio di questo articolo ad un tutorial dove spigheremo come spiare Facebook con mSpy.

Il primo passo da compiere è quello di creare un account sul sito dell’app spia. La procedura è quella che trovi sotto:

Per la creazione del profilo mSpy puoi utilizzare il tuo account Google oppure crearne uno da zero inserendo un’indirizzo email ed una password.

Il consiglio è quello di creare una email ad hoc, così da escludere a priori il rischio che qualcuno (anche non coinvolto nella tua indagine) possa scoprire quello che stai facendo.

come spiare facebook con mSpy

Una volta creato il tuo account dovrai indicare se il dispositivo da spiare è un modello iOS o Android. Sappi però che puoi rimandare questa scelta anche ad un secondo momento.

Dopodiché, dovrai scegliere un piano di abbonamento in base alla durata delle tue indagini. Sono disponibili 3 opzioni:

  • 1 mese per 41,99 €;
  • 3 mesi per 23,56 € al mese;
  • 12 mesi per 9,92 € al mese.

Fatta la tua scelta dovrai selezionare la modalità di pagamento tra le seguenti:

  • Visa;
  • MasterCard;
  • Discover;
  • American Express;
  • Security Metrics;
  • SSL.

Poi, una volta acquistato il tuo pacchetto, dovrai passare alla prossima fase dell’operazione, che consiste nell’installare mSpy sul telefono da spiare.

Ti anticipo che si tratta di un’operazione molto più semplice di quello che immagini. Per raggiungere tale scopo hai diverse possibilità:

  1. se vivi in casa con la persona da controllare (nel caso di un figlio o il partner ad esempio), puoi effettuare l’installazione di notte, mentre questa dorme;
  2. sempre nello scenario di convivenza con la persona di tuo interesse, puoi approfittare di una sua piccola distrazione, come ad esempio il telefono lasciato incustodito per andare a fare la doccia;
  3. per chi vive separato dalla persona da spiare, la soluzione può essere chiedere in prestito il telefono da spiare, simulando il bisogno di una chiamata urgente, allontanarsi e procedere all’installazione. Per rendere il tutto più credibile puoi coinvolgere una persona fidata e chiamarla, così da parlare con lei mentre procedi con l’installazione;
  4. se il telefono da spiare è un iPhone e conosci le credenziali iCloud, puoi fare tutto da remoto con calma e senza stress;
  5. come ultima possibilità, forse la più comoda, puoi regalare alla persona da spiare un telefono con l’app già installata, eliminando tutte le possibili complicazioni e facendo anche una bella figura.

Come capire se il tuo profilo Facebook è stato hackerato

Chiudiamo questa guida, passando dall’altro lato della barricata: spiegheremo come capire se il tuo profilo Facebook è stato hackerato.

Diciamo subito che il rischio che qualcuno hackeri il tuo profilo è tutt’altro che remoto. Del resto, se sei giunto fin qui, ora sai anche tu come muoverti in tal senso.

Quindi, per un uso di Facebook sereno, oltre che sicuro, essere in grado di capire se si è sotto attacco informatico diventa strettamente necessario.

come capire se facebook è hackerato

Detto ciò, ecco come capire se il tuo profilo Facebook è stato hackerato:

  • accedi al tuo profilo Facebook;
  • vai su impostazioni (simbolo dell’ingranaggio);
  • accedi a “Vedi altro nel Centro gestione account“;
  • vai alla sezione “Password e sicurezza” (vedi foto);
  • scegli “Dispositivi“;
  • controlla che tutti i dispositivi con i quali hai effettuato l’accesso siano tuoi;
  • se noti un dispositivo che non ti appartiene cliccaci sopra;
  • vai su “Esci” per scollegarlo.

Gli ultimi 2 passaggi del tutorial sono i più importanti. Infatti, se noti dispositivi sconosciuti collegati al tuo account, significa che è stato hackerato. Però, una volta scollegati, il profilo dovrebbe essere di nuovo al sicuro.

Il problema sta nel fatto che l’hacker potrebbe aver già fatto dei danni (scaricato foto, rubato dati sensibili, fatto screenshot di chat…) ed in seguito, potrebbe riprovarci.

Quindi, è molto importante aumentare la sicurezza del tuo profilo, cambiando subito la password con una più sicura ed inserendo l’autentificazione a 2 fattori.

In ultimo, sappi che ci sono anche altri segnali che indicano che il tuo profilo Facebook è stato hackerato in passato o è tutt’ora soggetto ad un attacco. Con ciò intendo:

  • cambio nome, immagine di profilo, e-mail o password;
  • richieste di amicizia (inviate e ricevute) a sconosciuti;
  • messaggi in entrata e/o in uscita con sconosciuti;
  • pubblicazione contenuti in bacheca;
  • notifica da Facebook di un avvenuto data breach;
  • hackeraggio dell’account Instagram collegato a Facebook.
come capire se facebook è stato hackerato

Bene, siamo giunti alla fine di questa guida su come spiare Facebook. Lasciami solo ricordare che spiare i contenuti di uno smartphone di un’altra persona è un reato punibile per legge.

L’articolo che hai letto è redatto solo a scopo puramente informativo e l’autore non si assume nessuna responsabilità circa l’uso illecito delle indicazioni contenute in questa pagina.

5/5 - (2 votes)

Leggi anche: